Articoli

1939-1945: il periodo bellico

Gradualmente la Guzzi giunse a sottrarre le quote di forniture che negli anni precedenti erano state appannaggio della Frera e della Bianchi, diventando il principale cliente dello Stato nel settore motociclistico.

Pur sospendendo i modelli civili, nel corso del Secondo conflitto mondiale la produzione della Moto Guzzi proseguì attivamente. Gli impianti non subirono infatti danni gravi dai bombardamenti; negli ultimi mesi di guerra, poi, grazie alla difesa dei gruppi partigiani, gli stabilimenti e tutti gli impianti dell’azienda rimasero sostanzialmente integri.