Articoli

Pierre Terblanche

Pierre Terblanche (Uitenhage, 1956) è un designer sudafricano.

Dopo il diploma alla scuola superiore Brandwag, si è iscritto all’Eastern Cape Technikon, ottenendo il diploma in graphic design, che lo ha portato alla sua prima occupazione lavorativa, un incarico come account manager presso la sede di Città del Capo della prestigiosa agenzia pubblicitaria Young & Rubicam.

La passione di Terblanche per il design di veicoli, lo spinsero a lasciare il Sudafrica alla volta dell’Europa: dopo due anni di collaborazione con la Italdesign di Giugiaro a Torino, si trasferì a Londra per frequentare corsi specifici presso la Royal College of Art, dove raggiunse il master in Vehicle Design solo due anni dopo. Seguono tre anni di lavoro alla Volkswagen.

Nel 1989 la carriera di Terblanche giunse ad una svolta, con l’approdo in Ducati nel periodo in cui il marchio bolognese era controllato dalla varesina Cagiva. Quando nel 1996 l’azienda emiliana tornò ad essere indipendente, venne chiamato a dirigerne il Centro Stile. Nel mondo del motociclismo Terblanche cominciò ad essere conosciuto come un creativo particolarmente innovativo e anticonformista, capace di portare avanti idee controcorrente e spesso audaci.

Nel 2007 aprì un proprio studio di design e tra il 2009 e il 2011 iniziò a collaborare con il Gruppo Piaggio e Moto Guzzi, per la quale ha disegnato i concept V12 (la LM, la Strada e la X) presentati in occasione dell’EICMA 2009, possibili eredi delle stradali sportive di Guzzi (di cui la Le Mans è il modello più famoso), caratterizzate da dettagli e soluzioni tecniche fortemente innovativi. I prototipi non raggiunsero la produzione nella gamma della casa di Mandello del Lario.

Lasciato il Gruppo Piaggio nel 2011, Terblanche ha lavorato per la casa motociclistica inglese Norton; dal 2013 al 2015 Pierre Terblanche è stato responsabile dello Sviluppo Prodotti presso l’azienda Confederate Motor Company. Dal 2015 al 2016 Pierre Terblanche ha collaborato con Royal Enfield.