Articoli

Mario Ghersi

Mario Ghersi è stato un pilota motociclistico e automobilistico italiano.

I fratelli Pietro e Mario formarono una coppia unica nel panorama del motociclismo dell’epoca. Entrambi parteciparono all’edizione del 1926 del Tourist Trophy, dove Mario giunse tredicesimo con la Bianchi nella classe Junior TT; l’anno successivo fu invece costretto al ritiro nella classe Lightweight TT, questa volta in sella alla Moto Guzzi.

Sempre nella stessa classe, nel 1931, giunse sesto alla guida della inglese New Imperial e con la medesima moto inglese affrontò anche la classe Junior TT, qualificandosi al tredicesimo posto. La sua miglior prestazione la ottenne nella gara d’oltremanica del 1933 dove in sella alla Moto Guzzi nella Lightweight TT, conquistò il sesto posto. Pur essendo dotato di un talento minore rispetto al fratello, riuscì a cogliere maggiori soddisfazioni nella corsa disputata all’Isola di Man, giungendo praticamente sempre al traguardo.

Nel 1932 entrò a far parte della Scuderia Ferrari (dal 1932 al 1934 impegnata anche in competizioni motociclistiche), correndo in sella alla inglese Rudge.
Con la squadra di Enzo Ferrari, Mario Ghersi vinse il Circuito Piero Bordino di Alessandria, si piazzò secondo al Circuito di Lugo di Romagna, fu primo al Circuito di Pontedera e primo di categoria al Circuito di Torino; nel 1934 risultò primo assoluto alla Doria-Creto in sella alla Gilera 500.

Come il fratello Pietro, ma con minor assiduità, partecipò anche a qualche competizione automobilistica, tra cui la Mille Miglia del 1932 su Alfa Romeo.