Articoli

Giulio Cesare Carcano

Giulio Cesare Carcano (Milano, 20 novembre 1910 – Mandello del Lario, 14 settembre 2005) è stato un ingegnere e progettista italiano specializzato nel settore motociclistico.

Laureatosi al Regio istituto tecnico superiore (il futuro Politecnico) nel 1934, effettuò il servizio militare e venne assunto in Moto Guzzi nel 1936. Dopo un primo periodo di apprendistato nella progettazione di moto militari, si mise in luce nelle competizioni con il modello “Condor” che, unitamente alle successive versioni “Dondolino” e “Gambalunga“, fu protagonista di una impressionante serie di vittorie sui circuiti di tutto il mondo.

È stato l’autore di diverse motociclette, dalla Otto cilindri del 1955, una moto innovativa e troppo evoluta per l’epoca, al motore bicilindrico a V trasversale di 90°, montato per la prima volta sulla “V7 700″ nel 1965 e che, con la medesima architettura, è divenuto il simbolo stesso della casa di Mandello.

Carcano rimase legato all’azienda di Mandello del Lario sino al 1965, proseguendo poi la sua attività nel campo del canottaggio e delle imbarcazioni a vela.

Morì alla soglia dei novantacinque anni nella sua casa di Mandello.