Articoli

Gianni Leoni

Gianni Leoni (Como, 1 marzo 1915 – Belfast, 15 agosto 1951) è stato un pilota motociclistico italiano.

Leoni iniziò a correre nel 1938 e, nell’anno seguente, conquistò una serie di vittorie in sella alla Benelli 250 monoalbero sui circuiti di Alessandria, Pesaro e Arona e sul prestigioso Circuito del Lario. Sempre nel 1939, si aggiudicò la terza categoria nella Coppa Mussolini.

Dopo la parentesi bellica, debuttò nel Motomondiale 1949 vincendo già nella prima stagione il GP delle nazioni nella classe 125 alla guida di una Mondial e concludendo la stagione al quinto posto della classifica generale. Peraltro, sempre in occasione della gara disputata a Monza, abbina alla vittoria nella cilindrata minore un secondo posto nella classe 250 e un quarto nella classe 500, in sella alla guida di Moto Guzzi.

Nel 1950 una nuova vittoria, sempre nello stesso gran premio, nella stessa classe e con la stessa moto; anche nella stagione successiva Leoni giunse primo in occasione del Gran premio d’Olanda.

Nella successiva gara del Gran Premio motociclistico dell’Ulster Leoni trovò la morte, insieme al compagno di squadra Geminiani, in un incidente assurdo, occorso durante le prove sul circuito di Clady. I tre piloti ufficiali della Moto Guzzi nella classe 250, Leoni, Geminiani e Lorenzetti, stavano provando sul circuito, quando gli ultimi due decisero di fermarsi ai box: Leoni, che li precedeva, non se ne accorse e qualche chilometro più avanti, non vedendoli arrivare, rallentò l’andatura per invertire poi il senso di marcia, preoccupato per un possibile incidente. Nel frattempo Sante Geminiani, dopo una breve sosta, aveva ripreso la pista, forzando l’andatura per raggiungere il compagno: i due si scontrarono frontalmente nel percorrere la stessa curva cieca, perdendo entrambi la vita. Nonostante la morte di due dei suoi piloti ufficiali, il team Moto Guzzi non si ritirò dalla gara e il giorno seguente, con Bruno Ruffo, vinse l’Ulster GP classe 250.

Nel suo palmarès va ricordato anche il titolo nazionale del 1950 nella quarto di litro.