Articoli

Achille Varzi

Achille Varzi (Galliate, 8 agosto 1904 – Bremgarten bei Bern, 1 luglio 1948) è stato un pilota motociclistico e automobilistico italiano.

Nato in famiglia agiata, iniziò a correre in motocicletta nel 1922, per emulare le gesta del fratello maggiore Angioletto. La sua prima vittoria giunse l’anno successivo sul circuito di Perugia in sella ad una Garelli; e nello stesso anno si aggiudicò i titolo di campione d’Italia Seniores della classe 350. Dopo un’iniziale collaborazione con la Frera, subito interrotto, si cimentò nella classe 500 con la Sumbeam: dal 1924 gareggiò nel campionato assoluto, confrontandosi senza timori reverenziali con Tazio Nuvolari, del quale resto per tutta la vita amico e avversario sui campi di gara. Fu proprio a Mantova, davanti al pubblico di Nuvolari, che Varzi lo sconfisse nell’ultima gara del campionato di velocità 1929, laureandosi campione italiano assoluto della classe 500.

Passò alla Moto Guzzi, ma colse soltanto una vittoria sul Circuito del Savio e un quinto posto al Tourist Trophy. Fu allora che decise di accettare l’invito dell’amico-rivale Nuvolari che, nel 1928, lo convinse ad acquistare insieme una Bugatti per partecipare alla competizioni automobilistiche, nell’unica stagione in cui i due corsero nella stessa squadra.

In vent’anni, tra il 1928 e il 1948, Achille Varzi conquistò trentatré vittorie vittorie e si aggiudicò il titolo di campione assoluto d’Italia nel 1929 e nel 1930.

Nel 1934, al volante dell’Alfa Romeo, vinse la Mille Miglia battendo Tazio Nuvolari: è la rivincita sul rivale che lo aveva beffato nella precedente edizione superandolo a fari spenti poco prima del traguardo.

Morì nel 1948 sul circuito di Berna, a 44 anni.