Articoli

(1966-1973) Trotter

Ciclomotore molto semplice e dal costo contenuto, ebbe grande successo e contribuì al rilancio dell’azienda durante il passaggio alla gestione SEIMM. Telaio rigido composto da due elementi in lamiera stampata disposti a “V”, motore è monocilindrico due tempi con cambio a due marce e frizione automatica. Dal 1967 si aggiunsero le versioni Vip (verniciata in colori brillanti) e Super (con forcella telescopica).
Due anni dopo fu rinnovato con un nuovo motore da 48,9 cc, con cilindro orizzontale derivato dal Dingo con una forcella anteriore a biscottini oscillanti. La gamma comprendeva due versioni, ciascuna disponibile con cambio monomarcia o con variatore: Special, con serbatoio appeso al tubo anteriore del telaio e telaio rigido posteriormente; Mark, con serbatoio integrato nel telaio e sospensione posteriore.

(1966-1970) Trotter
(1966-1970) Trotter Super 40 cc
(1971-1973) Trotter Special M 50 cc
(1971-1973) Trotter Special V 50 cc
(1971-1973) Trotter Mark M 50 cc
(1971-1973) Trotter Mark V 50 cc

Motore monocilindrico inclinato, due tempi
Cilindrata 40,8 cc
Alesaggio 37 mm
Corsa 38 mm
Potenza 1,2 CV a 5000 giri/min
Rapporto di compressione 7,5:1
Frizione monodisco in bagno d’olio
Cambio sempre in presa a due rapporti con comando manuale
Trasmissione primaria a ingranaggi, secondaria a catena
Telaio monotrave in lamiera
Passo 1130 mm
Sospensione anteriore rigida
Sospensione posteriore rigida
Pneumatici 2.00-16″
Freni a espansione: anteriore e posteriore manuali
Peso 35 kg
Velocità massima 36 km/h
Capacità serbatoio 2,5 litri