Articoli

(1940) Tre cilindri

La 500 a tre cilindri con compressore fu progettata da Carlo Guzzi con forti elementi di novità rispetto alla tradizione: distribuzione bialbero a catena, accensione a magnete, frizione sull’albero motore e telaio a trave superiore che sopportava a sbalzo il motore, l’impiego di leghe leggere (electron e idronalio) cambio a cinque rapporti. Il suo debutto (e l’unica gara disputata) fu nel 1940 al Circuito del Lido di Albaro, a Genova, con Guglielmo Sandri. La ripresa delle competizioni dopo il periodo bellico segnò l’abbandono dei motori sovralimentati.

Motore tre cilindri affiancati, quattro tempi
Cilindrata 491,8 cc
Alesaggio 59 mm
Corsa 60 mm
Potenza 65 CV a 8000 giri/min
Rapporto di compressione 8:1
Frizione multidisco a secco
Cambio a cinque rapporti con comando a pedale
Trasmissione primaria a ingranaggi, secondaria a catena
Telaio in tubi e lamiera
Passo 1470 mm
Sospensione anteriore forcella a parallelogramma con ammortizzatori a frizione
Sospensione posteriore forcellone oscillante con ammortizzatori a frizione
Pneumatici anteriore 2.75-21″, posteriore 3.00-21″
Freni a espansione: anteriore manuale, posteriore a pedale
Peso 175 kg
Velocità massima 230 km/h
Capacità serbatoio 22 litri