Articoli

(1938-1940) Condor

Per le competizioni della categoria gentlemen riservata alle moto di serie, la Guzzi presentò prima il modello “GTC” (allestimento potenziato della GTV), a cui poi fece seguito la “Nuova C”, che venne venduta seguito come “GTCL” (con testa e cilindri in ghisa) per arrivare, nel 1939, alla versione definitiva denominata Condor.  L’architettura del motore era rimasta quella della Serie V, migliorata tuttavia con l’ampio utilizzo di leghe leggere speciali, sia nel telaio che nel motore.

Motore monocilindrico orizzontale, quattro tempi
Cilindrata 498,4 cc
Alesaggio 88 mm
Corsa 82 mm
Potenza 28 CV a 5000 giri/min
Rapporto di compressione 7:1
Frizione multidisco in bagno d’olio
Cambio sempre in presa a quattro rapporti con comando a pedale
Trasmissione primaria a ingranaggi cilindrici, secondaria a catena
Telaio a doppia culla in tubi e lamiera
Passo 1470 mm
Sospensione anteriore forcella a parallelogramma con ammortizzatori a frizione
Sospensione posteriore forcellone oscillante con ammortizzatori a frizione
Pneumatici anteriore 2.75-21″, posteriore 3.00-21″
Freni a espansione: anteriore manuale, posteriore a pedale
Peso 140 kg
Velocità massima 160 km/h
Capacità serbatoio 18 litri