Articoli

(1934-1937) P 250

Il venir meno delle particolari condizioni di favore per le motoleggere, fece calare le vendite della P 175. In Guzzi si decise quindi di aumentare la cilindrata con la P 250, poi affiancata dalla versione con telaio molleggiato PE ed inseguito dal modello sportivo PES. Nel 1937, in pieno regime di sanzioni, venne introdotta la PL con motore da 246 cc ma telaio in tubi e lamiera, a cui seguirono la PLS (con caratteristiche sportive), l’Egretta e l’Ardetta.
Una versione PE a quattro marce verrà commercializzata con il nome Airone, a partire dal 1939.

(1934-1937) PE 250 telaio elastico
(1937-1939) PL 250 telaio in lamiera
(1937-1939) PLS 250 versione Sport
(1938-1939) PES 250 versione Sport con telaio elastico
(1937-1939) Egretta
(1937-1939) Ardetta

Motore monocilindrico orizzontale, quattro tempi
Cilindrata 232,3 cc
Alesaggio 68 mm
Corsa 64 mm
Potenza 9 CV a 5500 giri/min
Rapporto di compressione 6:1
Frizione multidisco in bagno d’olio
Cambio a tre rapporti con comando a pedale
Trasmissione primaria a ingranaggi, secondaria a catena
Telaio a doppia culla in tubi
Passo 1320 mm
Sospensione anteriore forcella a parallelogramma con ammortizzatori a frizione
Sospensione posteriore rigida
Pneumatici 3.00-19″
Freni a espansione: anteriore manuale, posteriore a pedale
Peso 115 kg
Velocità massima 100 km/h
Capacità serbatoio 10 litri